Messaggio di benvenuto del Sovrano Gran Commendatore Gran Maestro

cache_12520798Benvenuti nel sito della gran loggia italiana di rito scozzese antico e accettato.

Qui potrete trovare informazioni che riguardano il pensiero massonico universale e alcune peculiari realtà che questa istituzione ha in programma di sviluppare e che giustificano la propria presenza nell’ambito massonico.

Il rito scozzese antico e accettato è una delle maggiori forme di svolgimento cerimoniale ed è pratica da molte istituzioni massoniche italiane e mondiali.

La Gran Loggia Italiana di Rito Scozzese Antico e Accettato (in forma abbreviata: “GLIRS”) è entrata solo nel 2012 nel panorama delle escursioni massoniche presenti oggi in Italia.

Nata per entusiasmo del suo piano programmatico, ha visto la convergenza di un folto gruppo di fratelli provenienti da altre istituzioni massoniche attive che hanno espresso, con ferma convinzione, la volontà di far nascere la GLIRS il cui organo di residenza esterna è un’associazione culturale denominata “Accademia Galileo Galilei”. Il logo della GLIRS ha in primo piano, la squadra ed il compasso in campo azzurro, simboli base della antica arte muratoria, per una corretta e giusta costruzione dell’edificio umano, contornate da rami di alloro, con l’aggiunta del motto latino “avia pervia”che si può tradurre semplicemente rendere facili le cose difficili come si prefigge di ottenere la GLIRS con il suo programma operativo.

La GLIRS che risiede a Pisa, in Toscana, dove ha lo zenith con le sue infrastrutture amministrative rituali, non ha assolutamente la pretesa di essere concorrenziale.

L’universalità dei principi massonici essenziali e le finalità sono un comune denominatore che armonizza e stabilizza tutto. Anzi essa si allinea seguendo scrupolosamente i principi etici indicati dalla secolare tradizione massonica e dagli statuti generali dei liberi muratori editi a Napoli nel 1821.

Ciò che la contraddistingue da altre è il suo, forse ambizioso e utopico, programma politico di sviluppo operativo apportatore di benessere a tutti:

Eliminare più possibile le barriere di confine virtuale e considerare tutti i massoni del mondo una sola famiglia, non solo promuovendo cooperazioni con le maggiori istituzioni italiane ed europee, ma anche sciogliendo i nodi che tengono isolati tanti piccoli gruppi massonici aventi ciascuno una propria nomenclatura per stabilire ed incentivare una sorta di osmosi che realizzi l’unione, che è forza attiva, applicando in pratica, l’antica formula alchemica espressa con le parole “solve et coagula”( prima sciogli particelle in particelle elementari e poi aggregale in nuove unità aventi il fine prefissato ). In tale ottica, l’osmosi che avviene normalmente nelle logge, si riproduce anche all’esterno, nel mondo profano con tutti i vantaggi.

Il fratello ovunque abbia la sua residenza può essere considerato un operatore anche extra europeo.

Ne consegue che i rapporti sociali interpersonali, sempre sostenuti dai principi universali della massoneria, quali la correttezza, la lealtà, la disponibilità verso il prossimo e quant’ altro è indicato dal sistema educativo massonico, diventano produttivi.

Vi ringraziamo anticipatamente per la Vostra visita